L'angolo di Erika Galligani

04/01/2019 (17:00)
Uno spazio lettura alla Casa Famiglia

E' stato inaugurato ufficialmente l’angolo di Erika Galligani, una piccola libreria di testi scelti con cura dagli educatori per portare avanti un progetto di lettura nato alcuni mesi fa volto ad aiutare i bambini ospiti della nostra Casa Famiglia a riconoscere, verbalizzare e gestire le emozioni. I libri sono stati donati come strumento di lavoro da Catia, una nostra volontaria che oltre che con la sua presenza preziosa e impagabile , ha voluto sostenere questo progetto in memoria di sua figlia Erika. Queste le sue parole: "Il 9 marzo 2017 a causa di un tumore ho perso mia figlia Erika. Lavorava come assistente sociale ed era arrivata a svolgere il lavoro che aveva scelto con impegno e sacrifici ma tanta passione. Troppo presto con lei se ne sono andati i suoi sogni, i suoi tanti progetti e la sua mancanza mi aveva lasciato un vuoto e un dolore indescrivibile. Sentivo di dover far qualcosa, qualcosa che a lei avrebbe fatto piacere e che, in qualche modo fosse, anche solo in minima parte, un continuo del suo lavoro. Ho pensato che avrei potuto dedicarmi al volontariato per i bambini e una collega di Erika mi consigliò di fare un colloquio con Ermelinda. Mi sono così ritrovata a ‘Piccoli Passi’, circondata da tanti bambini, accolta con calore e amore, desiderosi di giocare e ridere … Per me all’inizio non è stato facile: fingere che non fosse successo niente ma avevo il vuoto nel cuore. Pian piano quel gelo che avevo dentro si è un pochino smosso. Di questo devo ringraziare anche la professionalità di Elisa, che mi ha aiutato a continuare in questo percorso difficile per me. Poco tempo fa parlando con Laura (educatrice della struttura), ho capito che sarebbero stati utili dei libri per un progetto su cui l’equipe educativa sta lavorando. Mi sono proposta di donare i libri , in ricordo di Erika e alla mia donazione si è aggiunta quella di altre persone che amavano mia figlia e la ricordano ancora oggi con tanto affetto. Elisa, Laura, Erica e Alberto hanno fatto in modo che questa donazione non fosse fine a se stessa nell’acquisto dei libri ma hanno istituito nella struttura l’’Angolo di Erika’ , una piccola libreria affiancata da una targhetta in suo ricordo. Questa iniziativa è piaciuta a tutti noi e mi ha regalato un po’ di serenità. Sono sicura che Erika non solo ne sarebbe stata contenta ma avrebbe anche approvato la mia scelta di fare volontariato in questa struttura: in 15 mesi ho potuto vedere la professionalità, la disponibilità ,il buon senso, l amore e la tanta voglia di fare che ogni educatrice mette nello svolgere ogni giorno il proprio lavoro in questa piccola grande famiglia di mamme e di bambini. ’ Mamma Catia